La finestra di comando è nota anche come CMD, ovvero prompt dei comandi (Command Prompt), con questo strumento è possibile svolgere diverse attività all'interno del computer.

Come aprire la finestra di comando in Windows 10

Tutti i sistemi operativi, una volta ricevuti i diversi aggiornamenti, subiscono anche importanti cambiamenti nel loro funzionamento, motivo per cui, in questa occasione, ti mostreremo i diversi modi in cui puoi apri la finestra di comando in windows 10 

Apri la finestra di comando con una scorciatoia

La prima opzione, che funziona molto facilmente, è aprire la finestra di comando utilizzando una scorciatoia. Questo consiste in Premi il tasto Maiusc e contemporaneamente fai clic con il pulsante destro del mouse. 

La prossima cosa da fare è selezionare l'opzione ''Apri la finestra di comando qui''. 

Tuttavia, questa opzione non è disponibile in tutti i sistemi operativi Windows 10, nei nuovi aggiornamenti è stata rimossa.

Apri la finestra di comando in Windows 10 con il menu di scelta rapida

Questo è un processo semplice e veloce, ma è necessario apportare alcune modifiche ai registri del sistema operativo. Tuttavia, è importante tenere presente che queste modifiche devono essere eseguite con molta attenzione per evitare di influire sul funzionamento di Windows 10.

  1. Entra nell'editor del registro

Il primo passo è accedere all'editor del registro di Windows 10, per questo è necessario premere il tasto Windows e R contemporaneamente. Immediatamente appare una finestra con la quale è possibile eseguire il comando regedit. 

  1. premere accetta

Il prossimo passo che devi fare è fare clic sull'opzione ''essere d'accordo'', e si apre una nuova scheda in cui devi selezionare quella di /KHEY_CLASSES_ROOT/Directory/Conchiglia/cm. Nel caso in cui non funzioni, puoi anche eseguire il processo in /KHEY_CLASSES_ROOT/Directory/Sfondo/Shell/cmd.

  1. Seleziona la cartella cmd

Fare clic con il tasto destro del mouse sulla cartella denominata cmd, quindi selezionare l'opzione ''Autorizzazioni''. 

Quindi viene visualizzata una nuova finestra in cui è necessario fare clic su ''Opzioni avanzate'' per visualizzare un altro menu. 

  1. Apri le impostazioni di sicurezza avanzate per cmd

Una volta lì, devi fare clic sull'opzione ''Modificare'', che si trova nella parte superiore della finestra. Quindi seleziona ''Accettare''.

  1. Immettere il nome di un account attivo

Si aprirà una nuova finestra in cui è necessario inserire il nome di un account attivo e che soddisfi tutte le autorizzazioni stabilite da Windows 10. Successivamente, selezionare l'opzione ''Controlla i nomi''.

quando selezioni ''Accettare'', il nome del proprietario sarà già stato modificato e la prossima cosa da fare è attivare l'opzione ''Sostituisci proprietario su sottocontenitori e oggetti''

Affinché la modifica venga eseguita correttamente e salvata, è necessario cliccare su ''Applica e accetta''.

  1. Seleziona ''Amministratori'' nelle autorizzazioni cmd

In questa finestra dovresti cercare l'opzione ''Amministratori''e in basso devi fare clic sull'opzione di controllo completo per consentire l'autorizzazione. Ora fai clic su accetta in modo che la modifica venga applicata.

  1. Rinomina HideBasedOnVelocityld

Nella nuova finestra che appare, devi fare clic con il tasto destro su HideBasedOnVelocityld e selezionare ''Rinominare''.

Ora Scrivi ShowBasedOnVelocityld, nel caso in cui non sia accettato hai la possibilità di aggiungere un _ all'inizio del nome. 

  1. Chiudi l'editor del registro

Il prossimo passo che dovresti fare è chiudere l'editor del registro e premere contemporaneamente il tasto Maiusc che fai clic con il pulsante destro del mouse su una qualsiasi delle cartelle. In questo modo, hai già la possibilità di aprire facilmente i comandi.

Apri PowerShell con Windows 10

Questo è un altro dei processi che puoi eseguire e la prima cosa che dovresti fare è accedere all'editor del registro come nel caso precedente.

  1. Entra nell'editor del registro

Il primo passo che devi fare è entrare nell'editor del registro, nel percorso di /KHEY_CLASSES_ROOT/Diectory/Shell/PowerShell. Nel caso in cui le modifiche non possano essere apportate, puoi anche avviare il processo in /KHEY_CLASSES_ROOT/Directory/Sfondo/Shell/PowerShell.

  1. Seleziona l'opzione Autorizzazioni

Devi fare clic con il lato destro del mouse sulla cartella Powershell e lì premere ''Autorizzazioni''.

Si apre una nuova finestra in cui è necessario selezionare ''Opzioni avanzate'', quindi accetta per rendere effettive le modifiche. 

  1. Seleziona l'opzione da modificare

Nell'altra finestra che appare sullo schermo, ora devi cliccare su ''Modificare'', che si trova nella sezione di ''Proprietario''.

Successivamente, viene visualizzata una nuova finestra in cui è necessario inserire un utente del sistema. E premi l'opzione ''Accettare'' per completare le modifiche.

Ora, la prossima cosa da fare è fare clic sulla casella ''Sostituisci proprietario su sottocontenitori e oggetti''. 

Si apre nuovamente una finestra in cui è necessario selezionare l'opzione ''Amministratori (DESKTOP-AR3O55I/Utenti)'', e consentire il pieno controllo. Quindi devi fare clic su ''essere d'accordo'' affinché tutte le modifiche abbiano luogo.

  1. cambia il nome

Ora nella cartella PowerShell, devi fare clic con il tasto destro del mouse dove dice ''ShowBasedOnVelocityld'', e selezionare cambia nome. luogo ''HideBasedOnVelocituld''.

  1. Combina il tasto Maiusc e il clic destro del mouse

Facendo questa combinazione ora puoi entrare direttamente nella finestra di comando. 

  1. modifica il nome

Dopo aver modificato il nome, puoi già vedere l'opzione nella cartella per aprire la finestra di PowerShell.

A cosa serve la finestra di comando?

La finestra di comando di Windows 10 è uno dei migliori strumenti che puoi utilizzare sul tuo computer e, grazie al suo funzionamento fluido, puoi avere il controllo quasi completo dell'intero sistema operativo. 

Inoltre, la sua eccellenza è qualcosa che può effettivamente essere verificata con uno dei nuovi aggiornamenti alla finestra di comando, noto come PowerShell.