Bash

Bash è anche conosciuto come GNU Bash, è un semplice linguaggio di comando.

Cosa sono i condizionali in Bash?

Forse se conosci un po 'di programmazione, questo termine ti è familiare, tuttavia, in caso contrario, ti lasciamo con una piccola definizione con la quale puoi capire di più su questo argomento di programmazione. Bash e i suoi condizionali.

I condizionali in Bash Si riferiscono a quell'azione che esegui per rispondere a una domanda. Cioè, come risultato di un problema reagisci in modo coerente per risolverlo.

Bash È composto da due condizionali, tuttavia, oggi è opportuno menzionare i dettagli di »se allora altro», tuttavia, prima di conoscere le informazioni, è importante chiarire che, per utilizzare questo condizionale, è necessario eseguire un confronto.

Quindi, per continuare con l'argomento principale, devi prima capire cosa significa confrontare in Bash.

Confronta in Bash

Per eseguire un confronto in Bash è necessario utilizzare il file "test", o anche »[», uno dei due è totalmente valido. Ora, è importante tenere conto che, se usi la parentesi quadra, devi metterle entrambe, perché altrimenti ci sarà un errore.

È anche valido mettere due parentesi aperte in ogni confronto, e in questo modo non si devono aggiungere le virgolette.

In relazione ai raggruppamenti booleani, è importante menzionare che hai la possibilità di utilizzare le parentesi con le doppie parentesi. In questo modo, eviti di dover usare le parentesi ma scappa.

È importante ricordare che vengono utilizzati anche operatori booleani, che si riferiscono all'intero insieme di simboli o numeri matematici utilizzati per effettuare ricerche all'interno dei database di un sistema, in questo caso Linux, ad esempio.

condizionale if-then-else

Dopo aver chiarito quanto sopra, è il momento di parlare del primo confronto che fai con questo condizionale.

  • Per questo processo è necessario utilizzare »se allora altro», tenuto conto del principio che secondo una domanda deve esserci necessariamente una risposta.
  • La prossima cosa è determinare una variabile e assegnarle un nome. È importante che, nel caso in cui finisca in "A", resta inteso che è femmina, e se è con qualsiasi altra lettera il nome è maschio.
  • Gli argomenti sono intesi come le indicazioni che vengono poste subito dopo un comando, e in questo caso sono le $ 1 e $ 9.
  • In questo modo, lo script dovrebbe essere simile al seguente:
Bash

Opzioni con il condizionale if-then-else

Tenendo conto delle informazioni di cui sopra, è importante ricordare che esistono diverse opzioni con cui è possibile utilizzare il condizionale se-allora-altro in Bash, anche a seconda del tuo obiettivo, ed ecco alcuni esempi:

Principio "se una cosa è vera, allora devi fare quanto segue"

La prima opzione è che se qualcosa è soddisfatto devi rispondere correttamente con un'azione, e in questo caso è la seguente:

"Nel caso in cui non sia soddisfatto, fai qualcos'altro"

Un'altra delle opzioni che hai con il condizionale if-then-else è fare qualcosa se ciò che volevi è vero, ma se non lo è, devi eseguire un'azione diversa.

bash-2

»Se qualcosa è soddisfatto, fai quanto segue, se non è soddisfatto, fai qualcos'altro»

Possibilità combinate

C'è un'ultima opzione con cui puoi usare il condizionale, include tutte le possibilità sopra menzionate e può essere vista come segue:

Utilizzo di if-then nidificati

Gli if-the nidificati sono grandi competizioni in cui una volta superato un test, devi passare a quello successivo e così via. Molte volte vengono confrontate con le abilità della vita reale, per capire un po' di più il processo che avviene come segue:

È importante tenere presente che molte volte avrai bisogno che le combinazioni o i condizionali siano completamente soddisfatti per decidere tra un'azione o un'altra. Per questo motivo è necessario trovare una concatenazione di operazioni, meglio nota come comando cat, e per questo è necessario utilizzare operatori booleani, come segue.

  • ''y' che è rappresentato da &&, si riferisce al fatto che entrambi i confronti devono essere corretti.
  • »o» rappresentato da | |, e stabilisce che poiché uno dei confronti è corretto, non ci sono problemi.

Come hai letto in questo articolo, Bash è un interprete per i linguaggi di programmazione più utilizzati e anche per i comandi. Per questo motivo, è molto importante comprendere appieno l'argomento.