Se vuoi eseguire qualsiasi attività in Linux, è necessario abilitare l'utente root in Ubuntu.

Come abilitare l'utente root in Ubuntu?

È importante sapere che se si desidera eseguire un'attività in Linux è necessario disporre di tutti i permessi di root. Quando installi Ubuntu sul disco, viene creato automaticamente anche un account utente, in cui devi impostare una password.

Sebbene quell'utente possa spesso essere confuso con root, non è la stessa cosa. E, per questo, ti lasciamo la definizione qui sotto per chiarire tutti i tuoi dubbi.

Qual è l'utente root?

L'utente root in Ubuntu è uno dei tipi di profili utente disponibili all'interno del sistema. Inoltre, hai tutti i permessi per apportare modifiche o modifiche necessarie.

Tuttavia, è importante che l'utente root non sia confuso dall'uso del comando "sudore", che viene spesso utilizzato dall'utente principale.

Ricorda che, avendo installato il comando "sudore" Dipende dalle preferenze di ciascuno, tuttavia, se si tratta di un server online, non è consigliato perché può aumentare il rischio che le tue informazioni vengano condivise.

La cosa migliore da fare è creare un utente root e quindi disabilitare il comando "sudore" nel tuo conto principale.

Come sapere se l'utente root è attivo?

Generalmente questo utente non è attivo, tuttavia, per conoscerne lo stato, non devi fare altro che aprire una finestra nel terminale e inserire quanto segue: sudo su.

Se l'utente è attivo, al prompt deve comparire il carattere #. E, se è disabilitato, dovresti vedere i seguenti messaggi:

Se questo è il tuo caso, è importante conoscere tutti i passaggi con cui puoi abilitare l'utente root in Ubuntu, e poi, li lasciamo a voi:

Abilita l'utente root in Ubuntu

Linux è un sistema operativo caratterizzato dall'offrire diverse opzioni per eseguire tutte le attività, comprese anche quelle più complicate.

Ora, nel caso in cui desideri effettuare una semplice manutenzione, ad esempio, hai la possibilità di utilizzare tutti gli strumenti che l'utente root ha con il tuo account principale. Tuttavia, se si tratta di un'attività più complicata, è necessario utilizzare l'account utente root.

a abilitare l'utente root in Ubuntu Esistono due opzioni o meglio conosciute come comandi e ti insegneremo ognuna di esse in modo che tu possa scegliere quella più adatta a te.

1) Root dall'account principale

La prima opzione ti offre due modi che puoi utilizzare per attivare l'utente root dall'account principale.

  • Con il primo devi piazzarti sudo, quindi continuare con un comando. Per esempio: sudo apt installa gimp
  • Mentre, il secondo modo per eseguire comandi con privilegi molto simili all'utente root dall'account principale, deve essere inserendo: sudo su.

Per ciascuno dei moduli è necessario inserire una password. Quindi, sicuramente ti starai chiedendo, ma qual è la differenza tra un metodo e l'altro? Successivamente, spieghiamo.

Con il primo modo, devi assicurarti di digitare sudo ogni volta che esegui un comando, in questo caso "radice". Mentre, con il secondo devi solo scrivere sudo su una volta e basta, sarai in modalità amministratore/root.

2) Utilizzare l'utente root

Con questa opzione, ciò che si cerca è mantenere attivo l'utente root e che sia separato dall'account principale.

  • La prima cosa da fare è aprire il terminale e digitare il comando sudo.
  • Quindi impostare una password per l'utente root.
  • E sarebbe come segue: sudo passwd radice.
  • Il sistema chiede di inserire la password due volte.
  • Nel terminale viene visualizzato un messaggio, come il seguente: passwd: password aggiornata con successo.

Come verificare che l'account root sia attivo?

Il modo più semplice per verificare se l'account root è attivo è inserire il comando sudo su.

Se tutto è stato eseguito correttamente, il prompt dovrebbe mostrare il carattere #, che indica l'utente root.

Un altro metodo ampiamente utilizzato è disconnettersi dall'account principale e accedere come root. L'unica cosa che devi fare è, nello spazio per il login, modificare il nome che compare di default, ed inserire quello di "radice", e come password devi inserire quella precedentemente stabilita.

Se metti tutto correttamente, la prossima cosa è entrare nella nuova sessione e apri il terminale per vedere che il carattere # si trova all'inizio.

Come disabilitare l'utente root in Ubuntu?

  • Nel tuo account principale, devi aprire un nuovo terminale, dove puoi digitare il comando: sudo passwd -dl root.
  • La prossima cosa che dovresti fare è inserire la password e qualcosa di simile a quello che ti abbiamo lasciato dovrebbe apparire sullo schermo qui sotto:
abilitare l'utente root in Ubuntu
  • Successivamente, disconnettersi e, se si desidera accedere nuovamente come root, il sistema risponderà con un messaggio di errore. Ed è perché non c'è più accesso per l'utente root.
  • Pertanto, puoi avere il controllo per lavorare con il tuo account root sul sistema locale o sul server online.